Scrawrlbox Challenge June 2017

Annunci

Kiki il cavaliere bambino e il drago di Logmess

 

Kiki eiddl 02

Kiki, il cavaliere bambino, aveva deciso di recarsi nello sperduto villaggio di Logmess per scoprire il mistero che si celava nel suo lago, dove pare che vivesse nascosto un drago!
Molti avventurieri erano passati di lì nella speranza di scoprire la verità, ma la storia rimaneva ancora avvolta nel mistero.

Kiki eiddl 01

Appena arrivato al villaggio, Kiki entrò alla taverna per ordinare un bicchiere di latte.
Dietro al bancone erano appesi molti disegni e foto che ritraevano quello che poteva essere il drago di Logmess, e mentre Kiki le fissava affascinato, l’oste gli chiese “Sei anche tu un avventuriero venuto a scoprire il mistero del lago?”

“Certo!” rispose Kiki “Sono un cavaliere” aggiunse orgoglioso.

Kiki eiddl 03

“La mia famiglia è amica del drago da tanti anni” gli raccontò l’oste, poi prese un vecchio disegno dalla parete e lo mostrò a Kiki “Guarda, questo disegno lo ha fatto mio padre quando era un bambino. Stava facendo il bagno nel lago, ma all’improvviso la corrente lo trascinò sott’acqua e fu proprio Messy, il drago, a salvarlo e riportarlo a riva!”
“Poi capitò anche a me! Ero un ragazzino ed ero andato a pescare sul lago, qualcosa di grosso abboccò all’amo, io cercai di tirarlo su e invece fui trascinato sott’acqua.
Anche allora fu Messy a salvarmi!”

Kiki eiddl 04

“Wow!”Il drago deve essere proprio affezionato alla vostra famiglia!” disse Kiki

“Sì, anche noi siamo molto affezionati a lui. Se vuoi vedere Messy, vai al lago all’alba, perché è quello il momento in cui esce per fare colazione con le alghe.”

Allora Kiki andò subito a letto, per essere sicuro di svegliarsi prima dell’alba.

Prima ancora che il sole spuntasse, Kiki era già pronto nella sua lucente armatura e con la sua spada di legno.
Uscì silenziosamente dalla taverna per non svegliare nessuno e si diresse al lago di Logmess.

Kiki eiddl 05

Il lago luccicava nelle prime luci del mattino, mentre Kiki passeggiava lungo la riva alla ricerca di qualche indizio o impronta.
Quando arrivò ad un’altura rocciosa, decise di arrampicarvisi, perché da lì avrebbe sicuramente avuto una visuale migliore.

La roccia però era scivolosa, Kikì non riuscì a mantenere l’equilibrio e SPLASH, cadde in acqua!

Kiki eiddl 06

L’armatura era troppo pesante, lo tirava sempre più giù!
All’improvviso però, qualcosa lo toccò e iniziò a spingerlo verso l’alto; Kiki sguainò la sua spada, ma in un attimo si ritrovò in superficie e…

Kiki eiddl 07

Che spettacolo! Era sul dorso del drago!

Era proprio Messy, lo aveva salvato!

Kiki eiddl 08

Il dragò lo accompagnò sulla riva, Kiki scese dal suo dorso e lo abbracciò

“Grazie Messy, mi hai salvato. Stai tranquillo, custodirò il tuo segreto!”

Kiki sorrise al drago, i due si salutarono ed il nostro piccolo eroe partì per tornare a casa, contendo di aver trovato un nuovo, fantastico, amico.

Ahi come brucia: Un racconto per bambini

Ho disegnato e scritto questa storia per mio figlio durante lo spannolinamento.

Voglio regalarla a tutti voi e ai vostri bambini!

Ahi, come brucia!

18765907_2301761153383363_8444237575722838623_n

Quella mattina, Mattia stava giocando con le costruzioni colorate e aveva costruito una torre altissima.

18813448_2301482563411222_704238817898431603_n

Improvvisamente sentì il bisogno di fare la cacca!
Ma siccome aveva il pannolino e si stava divertendo tanto, decise di farla li.

18767841_2301482253411253_5729181629539446494_n

Senza dire nulla, riprese a giocare.
Ma dopo un po’….

18838899_2301486506744161_1869420518840714393_n

Ahi come brucia! Ma che succede?!
“Mamma! Mamma!” chiamò piangendo

18766135_2301482573411221_3539562333615509090_n

La mamma lo lavò, gli mise un pannolino pulito e lo consolò.

18814244_2301484083411070_6900178558144595768_n

Poi gli disse “Quando ti scappa dovresti provare a farla qui” e gli mostrò due oggetti misteriosi!
Uno era un riduttore e l’altro un vasino.
“se la farai direttamente qui, vedrai che non ti brucerà più!”

18814040_2301483876744424_295552411337750218_n

Il giorno dopo, Mattia stava colorando seduto sul suo seggiolone. Improvvisamente, come il giorno prima, sentì il bisogno di fare la cacca.

18766462_2301483890077756_4068358727634712348_o

La mamma se ne accorse e gli propose “Falla qui, vedrai che non ti darà più fastidio”

18893109_2301483963411082_4857382253899522533_n

Mattia, finalmente libero dall’ingombrante pannolino, si mise comodo sul vasino, guardando incuriosito quello che succedeve.

18765959_2301503930075752_2763349616906989944_n

 

E dopo un po’…
Ecco la cacca!
Ottimo lavoro

18814150_2301503916742420_8306506376783150705_n

Qualche giorno dopo a Mattia scappava la cacca, ma non trovando il vasino in giro provò a guardare nel bagno

18765681_2301757753383703_1912595294369901150_n

Proprio sopra la tazza, vide quello che la mamma aveva chiamato riduttore e gli aveva spiegato come funzionasse

18835838_2301757743383704_1393775057677548793_n

Allora, Mattia si fece coraggio, si arrampicò sulla tazza e…..lasciò andare la cacca e anche

la pipì!

18767866_2301757720050373_3116640895126730078_n

Ben fatto! Il culetto ora è salvo!

18740782_2301757733383705_2886402483903934553_n